Unire, Partecipare, Collaborare.
IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER OGNI FARMACISTA VENETO

LOGIN UTENTI

ULTIME NOTIZIE

07/09/2021

SANITA'. MONITORAGGIO SUI LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA. PRESIDENTE REGIONE, "ORGOGLIO PER IL VENETO AL TOP. ARRIVARE IN ALTO E' DIFFICILE, RESTARCI ANCORA DI PIU' "

> Dettagli

01/07/2021

COVID 19. AVVIATA DA OGGI IN VENETO LA VACCINAZIONE NELLE FARMACIE. ASSESSORE LANZARIN, "ULTERIORE E IMPORTANTE PASSO VERSO L'ATTUAZIONE DELLA FARMACIA DEI SERVIZI"

> Dettagli

28/04/2021

COVID. OK REGIONE VENETO A PROTOCOLLO PER VACCINAZIONI IN FARMACIA. SI POTRANNO INOCULARE 381.000 DOSI

> Dettagli

25/04/2021

LETTERA AI VENETI DEL PRESIDENTE ZAIA IN VISTA DELL'APPLICAZIONE DELLE NUOVE REGOLE RISPETTO AL COVID-19

> Dettagli

> ARCHIVIO NOTIZIE

Logo Regione Veneto Logo Federfarma Italia Logo del Ministero della Salute Logo dell' Agenzia Italiana del Farmaco

> NOTIZIE > SANITA'. MONITORAGGIO SUI LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA. PRESIDENTE REGIONE, "ORGOGLIO PER IL VENETO AL TOP. ARRIVARE IN ALTO E' DIFFICILE, RESTARCI ANCORA DI PIU' " SETTEMBRE-2021

07/09/2021
SANITA'. MONITORAGGIO SUI LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA. PRESIDENTE REGIONE, "ORGOGLIO PER IL VENETO AL TOP. ARRIVARE IN ALTO E' DIFFICILE, RESTARCI ANCORA DI PIU' "

“Ancora una volta, sulla sanità, il Veneto è riuscito a rispettare in pieno la Costituzione, che prevede l’universalità delle cure. Arrivare in alto è difficile, rimanerci ancor di più, perché occorre avere organizzazione, efficienza delle reti ospedaliere e territoriali, macchinari innovativi, eccellenze sparse sul territorio e non solo concentrate sui grandi Hub, personale sanitario di grande livello, professionale e umano”.
Con queste parole, il Presidente della Regione del Veneto commenta il primato della sanità regionale nella capacità di erogare i Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), che la Costituzione impone siano uguali per ogni cittadino assistito, emerso dalla pubblicazione da parte del Ministero della Salute dei risultati dell’ultimo monitoraggio sul rispetto da parte delle Regioni della cosiddetta “griglia Lea”.


“Superare abbondantemente i 200 punti sui 225 di cui si compone la valutazione ministeriale – prosegue il Governatore – è un valore molto significativo, anche perché evidenziato da valutazioni approfondite effettuate dal livello istituzionale nazionale. Negli anni recenti, a cominciare dalla revisione del Piano Sociosanitario regionale, passando per la riorganizzazione della rete ospedaliera e la valorizzazione della sanità territoriale e dell’assistenza domiciliare, per i continui investimenti in tecnologie (70 milioni l’anno a bilancio), per la formazione dei medici, abbiamo effettuato un tagliando generale a un sistema che già funzionava bene. I risultati si vedono. Li dedico prima di tutto a tutti i lavoratori del settore”.


“Questa griglia Lea del Ministero – aggiunge il Presidente del Veneto – è anche la miglior risposte a tante polemiche e critiche alle quali è stato ed è esposto il sistema sanitario veneto.  A sentire certe prese di posizione sul nostro territorio, sembra che vada così male che la gente muore sulla porta degli ospedali. Il Ministero ha detto con questo suo studio che si tratta di fake news, i cui latori, anche nel mondo della politica, avrebbero di che riflettere”.
Rispetto alla precedente edizione dello studio, il Veneto si è confermato al top, con Toscana ed Emilia Romagna.

 

(Comunicato stampa Regione del Veneto n. 1652)