Unire, Partecipare, Collaborare.
IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER OGNI FARMACISTA VENETO

LOGIN UTENTI

ULTIME NOTIZIE

12/11/2021

COVID. VENETO. RAPPORTI AGGIORNATI SU VACCINAZIONI E CASI-RICOVERI. ZAIA, "SIAMO ANCORA IN PANDEMIA, NON ABBASSARE LA GUARDIA. SIAMO ANCORA LONTANI DALLA ZONA GIALLA, MA SENZA VACCINI E RISPETTO DELLE REGOLE NON LA POSSIAMO ESCLUDERE IN FUTURO".

> Dettagli

07/09/2021

SANITA'. MONITORAGGIO SUI LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA. PRESIDENTE REGIONE, "ORGOGLIO PER IL VENETO AL TOP. ARRIVARE IN ALTO E' DIFFICILE, RESTARCI ANCORA DI PIU' "

> Dettagli

01/07/2021

COVID 19. AVVIATA DA OGGI IN VENETO LA VACCINAZIONE NELLE FARMACIE. ASSESSORE LANZARIN, "ULTERIORE E IMPORTANTE PASSO VERSO L'ATTUAZIONE DELLA FARMACIA DEI SERVIZI"

> Dettagli

28/04/2021

COVID. OK REGIONE VENETO A PROTOCOLLO PER VACCINAZIONI IN FARMACIA. SI POTRANNO INOCULARE 381.000 DOSI

> Dettagli

> ARCHIVIO NOTIZIE

Logo Regione Veneto Logo Federfarma Italia Logo del Ministero della Salute Logo dell' Agenzia Italiana del Farmaco

> NOTIZIE > "ANTIBIOTICI, DIFENDI LA TUA DIFESA. USALI CON CAUTELA" NOVEMBRE-2010

18/11/2010
"Antibiotici, difendi la tua difesa. Usali con cautela"

L'Italia è tra i Paesi europei, preceduta solo da Grecia e Cipro, al più alto consumo di antibiotici e più alto tasso di antibioticoresistenza.

Il dato emerge dallo studio dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) presentato ieri al Ministero della Salute. L'indagine dell'Aifa ha evidenziato per il 2009 anche un consumo differenziato di antibiotici sul territorio nazionale: l'uso inappropriato è maggiore nelle regioni meridionali.  Campania, Puglia e Sicilia insieme determinano quasi il 60% di tutto l'eccesso di consumi in Italia.

Inoltre, quattro italiani su dieci assumono antibiotici con autoprescrizione. In particolare, si legge nell'indagine, nel 2009 il 48% dei giovani e il 45% degli anziani hanno assunto antibiotici con autoprescrizione.

Partendo da questi dati, prende l'avvio oggi la campagna di comunicazione, che proseguirà fino alla fine di gennaio 2011:

 "Antibiotici, difendi la tua difesa. Usali con cautela"

 

volta a sensibilizzare i cittadini sull'uso corretto di questi medicinali e realizzata dall'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) in collaborazione con l'Istituto Superiore di Sanità e il patrocinio del Ministero della Salute.

Obiettivo della campagna, giunta alla terza edizione, è dunque promuovere un uso appropriato degli antibiotici e anche limitare l'eccesso di spesa liberando risorse da destinare all'innovazione, oltre che ridurre lo sviluppo del fenomeno della resistenza agli antibiotici.

Nel 2009 la spesa per antibiotici si è attestata a 1038 milioni di euro e 413,1 milioni di euro è l'eccesso di spesa evitabile legato a consumi e costi non appropriati degli antibiotici. Se tutte le regioni, rileva lo studio, si allineassero invece al consumo medio delle 6 regioni più virtuose (17,5 dosi medie giornaliere ogni mille abitanti) si potrebbe ottenere un risparmio quantificato in 316,6 milioni di euro.

Due i messaggi fondamentali per il cittadino: "Usa gli antibiotici solo quando necessario, dietro prescrizione del medico e secondo le modalità da lui indicate" e "Gli antibiotici non curano le malattie virali: non prenderli per raffreddori e influenza".