Unire, Partecipare, Collaborare.
IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER OGNI FARMACISTA VENETO

LOGIN UTENTI

ULTIME NOTIZIE

12/11/2021

COVID. VENETO. RAPPORTI AGGIORNATI SU VACCINAZIONI E CASI-RICOVERI. ZAIA, "SIAMO ANCORA IN PANDEMIA, NON ABBASSARE LA GUARDIA. SIAMO ANCORA LONTANI DALLA ZONA GIALLA, MA SENZA VACCINI E RISPETTO DELLE REGOLE NON LA POSSIAMO ESCLUDERE IN FUTURO".

> Dettagli

07/09/2021

SANITA'. MONITORAGGIO SUI LIVELLI ESSENZIALI DI ASSISTENZA. PRESIDENTE REGIONE, "ORGOGLIO PER IL VENETO AL TOP. ARRIVARE IN ALTO E' DIFFICILE, RESTARCI ANCORA DI PIU' "

> Dettagli

01/07/2021

COVID 19. AVVIATA DA OGGI IN VENETO LA VACCINAZIONE NELLE FARMACIE. ASSESSORE LANZARIN, "ULTERIORE E IMPORTANTE PASSO VERSO L'ATTUAZIONE DELLA FARMACIA DEI SERVIZI"

> Dettagli

28/04/2021

COVID. OK REGIONE VENETO A PROTOCOLLO PER VACCINAZIONI IN FARMACIA. SI POTRANNO INOCULARE 381.000 DOSI

> Dettagli

> ARCHIVIO NOTIZIE

Logo Regione Veneto Logo Federfarma Italia Logo del Ministero della Salute Logo dell' Agenzia Italiana del Farmaco

> COMUNICATI STAMPA > CRONICITA', FEDERFARMA VENETO: DAL PRIMO DICEMBRE INIZIA UFFICIALEMENTE IL COINVOLGIMENTO DELLE FARMACIE PER MIGLIORARE LA CURA DEL PAZIENTE CRONICO. OTTOBRE-2018

17/10/2018
CRONICITA', FEDERFARMA VENETO: DAL PRIMO DICEMBRE INIZIA UFFICIALEMENTE IL COINVOLGIMENTO DELLE FARMACIE PER MIGLIORARE LA CURA DEL PAZIENTE CRONICO.

Il presidente Alberto Fontanesi: “i pazienti avranno nelle farmacie il primo presidio e questo rappresenta un’autentica rivoluzione che farà risparmiare risorse al sistema sanitario e migliorerà il servizio”.

Il 1 dicembre 2018 inizierà ufficialmente il coinvolgimento delle farmacie venete per migliorare l’aderenza alla terapia del paziente cronico. Un percorso che coinvolgerà i circa 4.300 operatori che lavorano nelle oltre 1.400 farmacie presenti su territorio e saranno coinvolti nella gestione dei pazienti cronici delle seguenti patologie: diabete, asma e BPCO (una malattia dell’apparato respiratorio), ipertensione e dislipidemie (alterazioni della quantità di lipidi circolanti nel sangue e uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare).

“Si tratta di un passaggio importante – spiega il presidente di Federfarma Veneto Fontanesi - perché in questo modo le farmacie diventano un punto di riferimento per le persone affette da patologie croniche e soprattutto, se integrate funzionalmente nella rete assistenziale, diventano il luogo dove il paziente potrà trovare una prima risposta alle proprie domande”.

L’inizio del coinvolgimento delle farmacie è stato anticipato da un dettagliato piano formativo per gli operatori.

Il Presidente di Federfarma Veneto Alberto Fontanesi annuncia con soddisfazione questo progetto: “con il primo dicembre si avvia in modo concreto il percorso per il coinvolgimento delle farmacie nella gestione della cronicità. Si tratta di un’autentica rivoluzione che permetterà di migliorare gli standard di cura e porterà un risparmio per il sistema sanitario. La Regione ha dimostrato una grande lungimiranza nell’attivare questo percorso di collaborazione con le farmacie. Una scelta che valorizza la presenza capillare sul territorio, la competenza e la fiducia che i cittadini ripongono nelle farmacie e nei farmacisti. L’obiettivo di Federfarma Veneto è quello di mettere al centro il paziente cronico per alzare il livello di aderenza alla cura e dare un importante supporto al sistema sanitario”.

“Il coinvolgimento delle farmacie nella gestione della cronicità è un enorme passo verso la farmacia dei servizi, che ci vede come un presidio sul territorio in grado non solo di dispensare farmaci, ma soprattutto di erogare servizi e supporto al cittadino. Con il percorso avviato – conclude il Presidente di Federfarma Veneto – si va sempre più a delineare un modello Veneto innovativo e all’avanguardia che vede le oltre 1.400 farmacie presenti nella nostra Regione diventare un punto di riferimento ed un attore strategico nella rete di cura per i cittadini e per le comunità.”