Unire, Partecipare, Collaborare.
IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER OGNI FARMACISTA VENETO

LOGIN UTENTI

ULTIME NOTIZIE

22/01/2015

SANITA': ZAIA, "I TAGLI CI SONO, ORA SI VA SULLE BARRICATE". COLETTO, "IL NO DEL VENETO E' A VERBALE, NON C'E' UNANIMITA' "

> Dettagli

22/01/2015

INFLUENZA: ANCORA FORTE IN VENETO CON 13 DECESSI. DIFFUSO IL REPORT SETTIMANALE 12-18 GENNAIO

> Dettagli

09/01/2015

INFLUENZA: IN VENETO VERSO IL PICCO. QUATTRO VOLTE DI PIU' DEGLI ULTIMI ANNI. COLETTO: "SISTEMA SANITARIO ESPRIME MASSIMO SFORZO"

> Dettagli

10/12/2014

L. STABILITA' COLETTO. "PER LA SANITA'ATTACCO MORTALE ALLE REGIONI VIRTUOSE. SUL VENETO UNA SCURE DA 150 MILIONI"

> Dettagli

> ARCHIVIO NOTIZIE

Logo Regione Veneto Logo Federfarma Italia Logo del Ministero della Salute Logo dell' Agenzia Italiana del Farmaco

Spesa farmaceutica Veneto -2,6% da gennaio a settembre 2014. Fontanesi: "La nostra Regione colleziona risultati positivi. Risorse recuperate siano investite in nuovi servizi"

Nei primi nove mesi del 2014 (gennaio-settembre), la spesa farmaceutica netta convenzionata con il Servizio Sanitario Regionale è diminuita del 3,3%. In discesa, secondo il trend degli anni precedenti, anche il valore medio netto delle ricette (-3,7%), il cui numero complessivo ha visto invece un lieve incremento (+0,4%).         
Fin qui, i dati nazionali dai quali i numeri della Regione Veneto non si discosta. La spesa farmaceutica lorda, infatti, è scesa del 2,6% (per un totale di 578 milioni e 889mila euro). Un calo ancor più consistente si è registrato per la spesa farmaceutica a carico del Servizio Sanitario Nazionale (-3,3%) a fronte, tuttavia, di un’incidenza del ticket sulla spesa farmaceutica lorda del 16,7%. Al contrario dell’andamento nazionale, invece, anche il numero delle ricette circolate nel territorio veneto è diminuito del 2,7%: da gennaio a settembre 2014, ogni cittadino veneto ha avuto in media 6,08 ricette rosse, ciascuna del valore medio lordo di 19,32 euro e con un ticket dal valore medio di 3,24 euro. 117,50 euro è stata la spesa lorda media pro-capite (in calo del 3,5% rispetto allo stesso periodo del 2013); 90,34 euro è stata la spesa netta pro-capite a carico del Servizio Sanitario Nazionale (anche questa in diminuzione, del 4,2%), mentre la spesa netta a carico del SSN per ciascuna ricetta è stata di 14,89 euro (in diminuzione dello 0,6%).

“Questi dati – osserva il Presidente di Federfarma Veneto, Alberto Fontanesi – evidenziano come il Veneto continui a inanellare, anno dopo anno, risultati positivi, rivelandosi una delle Regioni più attente alla spesa sanitaria e al risparmio in questo settore. Siamo molto soddisfatti di questi risultati che – prosegue - vorremmo venissero riconosciuti, ponendo in evidenza che, ad oggi, ben poco si può fare di più rispetto a quanto già fatto nella farmaceutica. Ci piacerebbe quindi che, d'ora in poi, la politica regionale guardasse alla farmaceutica del territorio non come a un settore sul quale operare nuovi tagli, che danneggerebbero un importante servizio ai cittadini già gravemente penalizzato, ma investendo le risorse recuperate in forniture di nuovi servizi utili alla cittadinanza.                    
Se si dovesse pensare a nuovi tagli e risparmi, sarebbe opportuno e giusto guardare ad  altri settori della sanità. Perché – conclude Fontanesi - crediamo che nessun settore sia esente da sprechi”.

> Scrivi al Presidente di Federfarma Veneto